Politica di Redazione , 03/04/2021 8:02

Aiuti economici alle categorie colpite, Bressan risponde a Tosi

Bressan

Paola Bressan, capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale risponde con una lunga nota a Tosi sulla questione dei ristori: "Sempre il solito gioco delle tre carte del consigliere Tosi e del suo gruppo. Ma oltre a ripetere continuamente le solite cose, è anche sbadato visto che è impossibile non abbia visto gli atti amministrativi e soprattutto li ha ascoltati nella commissione temporanea Coronavirus, di cui fa parte. Se il consigliere si è dimenticato, merita allora ricordare solo alcuni degli interventi fatti dal Comune nel 2020 a sostegno dei veronesi, e non di una sola categoria come propone lui ma sostegni trasversali a tutte le famiglie, perché solo così si agisce equamente raggiungendo il maggior numero di cittadini. Unico Comune a farlo, Verona ha restituito le rette per la refezione scolastica, non era obbligatorio farlo ma il 2020 il settore Istruzione ha avuto mancati introiti per oltre 2 milioni di euro, e quelli già versati sono tornati nelle tasche dei cittadini. Sempre trasversalmente, sono stati distribuiti altri 650 mila euro per aiutare famiglie in difficoltà, pagando bollette, rate di mutuo, erogando buoni spesa aggiuntivi e pasti a domicilio. Sono tutti nuclei famigliari mai assistiti prima d'ora e che oggi rappresentano le nuove povertà".

"Altri 770 mila euro sono stati dati a sostegno delle associazioni sportive e del terzo settore. Tutti fondi destinati a risolvere problemi immediati e dando sollievo alle famiglie. Infatti, i ristori alle categorie economiche sono a carico del Governo che ne ha disposto le chiusure; invece aiutare le famiglie vuole dire arrivare a più persone messe in difficoltà dalla crisi economica.
Infine, sul confronto che Tosi fa con le altre città in merito alla TARI, va ricordato che anche Verona ha fatto come gli altri dilazioni di pagamento, ma in più degli altri ha anche stanziato 2,3 milioni dal proprio bilancio per esoneri o sgravi. Questo non l'hanno fatto in tanti, però il consigliere non lo ricorda. Il fatto è che, fra milioni dimenticati e sviste varie, il suo chiodo fisso di aiutare solo alcune categorie economiche non so quanto potrà piacere alle migliaia di famiglie che invece hanno trovato nel sindaco Sboarina un pilatro su cui fare affidamento" chiosa Bressan.