Cultura di Redazione , 23/02/2021 18:50

Università Educazione permanente al via

E’ iniziato oggi, con la prima lezione, il ciclo di oltre cento appuntamenti formativi proposti per la prima volta online dell'Università dell'Educazione Permanente. A tenere l’incontro, nella giornata di apertura, il rettore Luigi Grezzana, con una lezione sulla medicina generale.

Le conferenze, che toccheranno temi scientifici, letterari e storici, ma anche approfondimenti su quotidiani del giorno, lato oscuro del web e storia della fotografia, sono accessibili e visibili a tutti sul canale Youtube 'Comune di Verona -UEP', dal lunedì al venerdì. Inoltre, una volta effettuate, tutte le lezioni resteranno salvate sul canale online, a disposizione dell’utenza che potrà seguirle o rivederle quando vorrà.

Il programma proseguirà fino al 27 maggio, in due fasce orarie, dalle 9.30 alle 10.20 e dalle 10.50 alle 11.40.

Fra i prossimi appuntamenti: mercoledì 24 febbraio, Storie, personaggi e dimore veronesi (1880 - 1915) con il prof. Lugoboni; giovedì 25, La conquista della Luna, con il prof. Biondani; venerdì 26, Elementi di finanza e gestione del risparmio, con il prof. Fiorini.

Il programma completo è disponibile sul sito del Comune di Verona. L'Università dell'Educazione Permanente, attiva dal 1982, conta 3.300 iscritti e circa 120 docenti, per numeri è la prima realtà nazionale.

“Sono riprese oggi, in una nuova modalità via web, le interessanti lezioni di questa importante istituzione, uno dei fiori all’occhiello della nostra città – dichiara l’assessore alla Cultura Francesca Briani -. Attraverso un format formativo completamente rimpostato su lezioni online, i 120 docenti dell’Università dell’Educazione Permanente si sono messi nuovamente a disposizione proponendo, fino al 27 maggio, tre mesi d’incontri via web. Una modalità che, in tempi di pandemia, consente la ripresa delle attività e la possibilità a tutti, anche ai non iscritti, di assistere alle lezioni e apprezzarne la qualità e il livello. Un prezioso servizio reso passibile grazie alla fattiva collaborazione realizzata fra il Comune e questa istituzione universitaria, tenacemente guidata dal rettore Grezzana”.

“La nostra è una realtà unica in Italia e in Europa – precisa il rettore Grezzana -, dove iscritti e docenti hanno raggiunto numeri che non hanno pari. Una realtà culturale che fa parte della città e che non poteva fermarsi. Fondamentale, quindi, portare avanti l’opera formativa, proposta quest’anno con una nuova modalità via web aperta a tutti. Ogni conferenza sarà in diretta streaming ma poi rimarrà sul web e potrà essere rivista”.