Cronaca di Redazione , 14/10/2021 12:00

Tutela dei minori in difficoltà, Padovani: Verona è un'eccellenza

Gianmarco Padovani

"L'Obiettivo che si prefiggerà la Quinta commissione da me presieduta che si svolgerà venerdì alle 13 in modalità conference online e' far percepire come Verona sia una eccellenza nella tutela e nella prevenzione dei Minori in difficolta' ,far comprendere  come il Comune di Verona e la sfera politica ad esso adesa sovraintendano ad  una serie di percorsi formativi forgiati grazie all' impegno di sociologi, professonisti, operatori sociali tesi alla miglioria della vita ,della qualità di vita dei giovani in seria difficolta sociale, umana, sanitaria e legale". Lo scrive in una nota Gianmarco Padovani, Presidente Quinta commissione Comune di Verona.

"Sfateremo dunque due miti ossia l'asetticità della Politica in merito a questi temi e la demonizzazione di tribunali e processi, spesso configurantisi solo nella sentenza - ha continuato Padovani - spesso  punitiva che conclude l'iter processuale ,la cosiddetta '" ammenda alle proprie colpe". Invece molto spesso, sempre più spesso per fortuna negli ultimi tempi, il giudizio, il tribunale sono punto di ripartenza per un processo di riaggregazione familiare umana, culturale e formativo che confluirà doverosamente nel lavoro, nel reinserimento sociale e un domani nella nuova retta famiglia dell'adolescente ora sofferente".

"Assieme all'assessore al Sociale Maellare e ai dirigenti dei suoi uffici che certificheranno questi processi, correlazioneranno i dirigenti delle cooperative anelanti a questo comune, prestigioso traguardo e ci onorerà della sua presenza l' avvocato Barbara Lanza esperta in diritto di famiglia , responsabile regionale dell'osservatorio sul diritto di famiglia e cofondatrice nazionale dello stesso. Appartenente al foro di Verona, grande esperta di una materia profonda, umanamente delicata come la tutela delle fragilità familiari, contribuirà a far percepire la valenza dei fini del lavoro in essere, svolto e che ci accingeremo a perpetrare. Questo dibattito sarà fonte di aiuti e riflessioni per chiunque volesse seguirlo o vederlo registrato sui canali youtube del Comune di Verona" ha concluso Padovani.