Attualità di Redazione , 26/11/2021 5:50

Il messaggio del Papa a Verona: Chi si ripiega su se stesso è perdente

Papa Francesco

Il Papa invita a guardare con speranza e audacia al futuro e a non ripiegarsi su sé stessi. Nel videomessaggio al Festival della Dottrina Sociale, che si svolge a Verona, il Pontefice, citando la parabola dei talenti, sottolinea: “Contro ogni buonismo di facciata e contro ogni fatalismo Gesù invita le folle ad impiegare con coraggio i propri talenti” perché “quando si resta ripiegati in sé stessi con il solo obiettivo di conservare l’esistente per il Vangelo siamo perdenti”.

Per il Papa “l’audacia, la speranza, la creatività e il coraggio sono parole che tratteggiano la spiritualità del cristiano”. Poi ha citato le persone che hanno dimostrato tutta la loro “audacia” nella pandemia. “Le nostre vite sono intrecciate e sostenute da persone ordinarie che senza dubbio hanno scritto gli avvenimenti decisivi della nostra storia condivisa”, dai medici agli infermieri, dagli addetti ai supermercati alle forze di sicurezza, dalle persone delle pulizie ai religiosi.

“Questi hanno capito che nessuno si salva da solo”, ha detto Papa Francesco. “Rinnovo l’invito a camminare nella speranza che è audace e sa guardare oltre la comodità personale, le piccole sicurezze e compensazioni che restringono l’orizzonte per aprirsi a grandi ideali che rendono la vita più bella e dignitosa”, ha concluso il Papa.