Altro di Redazione , 24/04/2021 14:29

L'ultima impresa dell'iron-man Giampaolo Bendinelli: scalare l'Everest ma... a Verona

Giampaolo Bendinelli, iron-man veronese

Come scalare l'Everest. Ma in un circuito urbano, interamente veronese. E' l'ultima impresa dell'iron-man Giampaolo Bendinelli. “Partirò sabato 1 maggio alle ore 10 da casa ABEO in villa Fantelli, correrò per 24 ore consecutive  per 100 km in un percorso ad anello dalla pieve di S, Rocco di Quinzano all'eremo di S, Rochetto.  Nei 100 km  di corsa totalizzero' 8848 mt di dislivello in salita che è la quota altimetrica dell'Everest, la montagna più alta del mondo. È la prima volta al mondo che viene tentato un Everesting in centro urbano” racconta Bendinelli.

“L'arrivo è previsto in piazza Bra per  domenica 2 maggio, gli ultimi 5 km li correrò con Cristiano Gigli un amico maratoneta che ora è malato di SLA. Con un gruppo di amici abbiamo fatto costruire per lui una speciale handbike. Questa notizia dei runners veronesi che spingono l'amico che non può più correre è rimbalzata via social fino alla Segreteria Vaticana che ci ha invitato all' udienza di Papa Francesco in programma mercoledi 26 maggio prossimo”.