Attualità di Redazione , 13/04/2021 8:30

Studenti dell'Istituto Salesiano San Zeno registrano il loro primo audiolibro

Salesiano San Zeno

Gli studenti dell'Istituto Salesiano di San Zeno sono alle prese con il loro primo audiolibro. E' iniziata infatti la registrazione del primo capitolo del testo 'L’Isola del Tesoro' di Robert Louis Stevenson, con i ragazzi impegnati nella lettura e nell'interpretazione del volume. Si tratta del progetto LAD, ‘lettura a distanza’ del libro promosso dall’Istituto Salesiano San Zeno per coinvolgere gli studenti in un'iniziativa di valore il cui risultato sarà fruibile da tutta la scuola. L’audio verrà infatti caricato dai responsabili della comunicazione della scuola ogni lunedì, mercoledì, venerdì dei mesi di aprile, maggio e giugno alle ore 19:15 sulle piattaforme social Facebook (@SalesianiSanZeno), Instagram (@isszverona), YouTube (Istituto Salesiano Sanzeno) dell’Istituto.

Le puntate saranno in tutto 34 come 34 sono i capitoli del libro, letti da 34 studenti diversi di ogni settore della scuola, di prima, seconda, terza, quarta e quinta superiore. Alla fine del percorso verrà poi creato un file finale che racchiuderà tutte le puntate, per realizzare un audiolibro completo. Gli audio, caricati sui vari canali, saranno tutti registrati e dunque potranno essere seguiti e ascoltati dagli studenti e dalle loro famiglie in qualsiasi momento della giornata. L’iniziativa gode del patrocinio dell’assessorato alle Politiche giovanili del Comune.

“Un progetto che trova il pieno sostegno dell’Amministrazione – commenta l’assessore alle Politiche giovanili Francesca Briani-. Oggi più che mai i giovani hanno bisogno di essere stimolati e incentivati a riscoprire i classici della letteratura, anche e soprattutto quelli cosiddetti di avventura, di evasione e di fuga dalla realtà. Bene anche la modalità scelta per raggiungere più giovani lettori possibili, l’audiolibro è uno strumento dalle grandi potenzialità, che nel caso specifico permette ai ragazzi e a tutti gli ascoltatori di seguire comodamente da casa la lettura di un classico per eccellenza della narrativa di avventura”. Il coordinatore del progetto, il professor Lamberto Amadei, così riporta: “È stato scelto il libro L'Isola del tesoro per risvegliare un po' di senso di avventura, di voglia di evasione e dare una boccata di ossigeno in questo momento particolarmente difficile e soffocante per tutti. Dobbiamo avvicinare i nostri giovani alla lettura, e nello stesso tempo far riscoprire loro la bellezza dei classici, sfruttando anche il lato positivo delle piattaforme digitali, oggi più che mai utilizzate. La Lad dunque serva per unire immaginazione e tecnologia, letteratura in forma classica e letteratura in forma digitale”.