Attualità di Redazione , 13/04/2021 8:32

Scuola, studentessa bendata durante l'interrogazione, Rotta: Intervenga il ministro Bianchi

Alessia Rotta

“È già particolarmente pesante che le nostre ragazze e nostri ragazzi in tante parti d'Italia siano costretti a seguire le lezioni a distanza senza poter usufruire appieno di quella comunità formativa che è la scuola. Sarebbe bene che non venissero aggiunte altre umiliazioni e altri sacrifici a questa situazione. Noi abbiamo bisogno dei nostri ragazzi per uscire in piedi da questa terribile pandemia e ricominciare a camminare su un sentiero che si basi essenzialmente sul rispetto della persona, delle sue inclinazioni e delle sue attitudini. È grave che, in una scuola pubblica, a una studentessa venga richiesto di bendarsi per sostenere una interrogazione. Una forma di umiliazione. La scuola non serve per dare voti ai nostri ragazzi, ma per formare i cittadini di domani. Chiedo pertanto al ministro dell'Istruzione di informare il Parlamento su quanto è avvenuto a Verona e di predisporre una adeguata ispezione al fine di appurare l'esatto svolgimento dei fatti e assumere le eventuali decisioni del caso.”  Così la deputata Alessia Rotta, presidente della commissione Ambiente della Camera dei Deputati, chiede l'intervento del ministro Bianchi sul caso di Verona dove una studentessa è stata bendata per sostenere una interrogazione.