Attualità di Redazione , 25/03/2021 11:55

Riprendono gli scavi della villa a Negrar, diventerà un parco archeologico VIDEO

Gli scavi della villa romana a Negrar

Riprendono gli scavi grazie a un accordo tra la Soprintendenza e i proprietari dei terreni dove venne alla luce, la prima volta a fine ‘800, definitivamente in maggio dell’anno scorso, un mosaico straordinario, parte di una residenza romana immersa tra i vigneti dell’Azienda agricola La Villa e della società Franchini a Negrar.

I lavori ripartono grazie a un ulteriore finanziamento, del ministero della Cultura e del Bacino Imbrifero montano dell'Adige.

Se adeguatamente valorizzata l’area potrà dunque diventare un parco archeologico, un volano per lo sviluppo culturale e turistico del territorio.